l’incantesimo celestiale di un mondo nascosto : Einojuhani Rautavaara, l’anima di un paese intero (Finlandia)

 

 

 

7760a6de7ca91d20df612c6c2c79b84d.jpg

 

 

 

 

fe8cd233ce81dd8d7840a0ceea461c29

 

 

 

Einojuhani Rautavaara(Helsinki 1928, Helsinki 2016), è stato uno dei compositori più apprezzati, del panorama finlandese, in tutto il mondo dopo la morte di Jean Sibelius, avvenuta nel 1957. All’interno del vasto e denso panorama musicale di questo stupendo paese nordico, la figura di Rautavaara, si alzava sopra gli altri, proprio per aver conciliato la tradizione instaurata all’inizio del 19 secolo da parte di Frederick Pacius(1809-1891), con i movimenti, nati successivamente, come l’atonalismo e il neoclassicismo postromantico incarnato da Sibelius, il suo più grande protagonista.

 

 

 

1ea92a86e29627a23f3a695589d27f43

 

 

 

 

La Finlandia ha avuto nel corso della sua storia più “recente “, figuri notevoli nel panorama della musica, a esempio è interessante ascoltare compositori come Palmgren, Melartin, Madetoja, Raitio, Merikanto e altri similari, nati dopo la seconda metà del 19 secolo. Nel 20 secolo, Sibelius e tutti i compositori sopracitati, seguivano producendo, però piano piano, inzigarono a venire fuori correnti come il modernismo, dai tratti più o meno radicali, attraverso personalità come Kokkonen, Merilainen, Bergman e Heinen. Senza ombra di dubbio, il più importante è stato proprio Einojuhabni Rautavaara, la quale attirò l’attenzione nel 1955, a livello internazionale, grazie alla composizione di “stampo” prettamente neoclassico, dal titolo “Un requiem dei nostri tempi”, composto per strumenti di metallo e percussioni. Con questa composizione, vinse il concorso Thor Johnson di composizione tenutosi a Cincinnati.

 

 

 

 

ce3986a154aa46e5937ced1cf09127e3.jpg

 

 

 

 

 

 

02afa780b4d41000b9acff35db4108ef.jpg

 

 

 

 

 

 

Incoraggiato dal suo collega Erik Bergman, il primo ad aver introdotto il sistema dodecafonico in Finlandia, Rautavaara iniziò a implementare alle sue composizione, come ad esempio la 3 Sinfonia, la tecnica appunto del serialismo. Nonostante ciò, non si allontanò del tutto dal grande sinfonismo “postromantico”, tendendo sempre a un certo stilismo, di natura e matrice “mistica” e “spirituale”. Questo si può assaporare e gustare in composizioni come il “Cantus Articus”, “Op.61, conosciuto anche con il titolo di Concerto per passeri e orchestra.

 

 

 

 

cold_as_ice_by_lorency.jpg

9962db277e1ee6292086a668ca318b08.jpg

 

 

 

 

 

Le composizioni di Rautavaara hanno spaziato in tutti i campi: 8 sinfonie, 3 concerti per pianoforte e 2 per violoncello, concerti per flauto, organo, violino, arpa, clarinetto e percussione, dimostrando il suo valore a la sua maestria nell’arte della composizione e della creazione musicale.

 

 

 

 

af8b3f35281cc082854a2215c1f59a20

 

 

 

 

 

e5b0aa8eabc097455ec11edc649d3782.jpg

 

 

 

 

I suoi poemi sinfonici, le sue composizioni per pianoforte (come per esempio, le sonate Cristo, il pescatore, il sermone di fuoco), i corali, tra qui figurava la popolare “Suite di Lorca, a proposito dei testi del poeta granadino, che venne accolta con grande entusiasmo al Gran Premio Corale Europeo tenutosi a Tolosa, composto opera cori infantili ed orchestra, musica da camera (4 quartetti con strumenti a corda e un quintetto, due sonate opera violoncello, e così via).

 

 

 

 

 

43c9c1947d51056294b8c2a54be75d2e.jpg

 

 

 

 

774c6aa81f281ae13030d6c66e6a1657.jpg

 

 

 

 

È molto importante il contributo da parte di Rautavaara, alla opera Aleksis Kivi, basta appunto nella vita del poeta, novellista e drammaturgo, famoso nel suo paese, per opere come Seitseman Veljesta( tradotyta con il titolo I sette fratelli), e soprattutto, per Vincent dove si narrano le vicissitudini del grande pittore Van Gogh. Il coro diretto da Erkki Pohjola, registrò un’opera teatrale, definita da Rautavaara come “un mistero finlandese”, dal titolo di “Marjatta”, la umile donzella, l’orchestra composta da 1 narratore, 4 cantanti, e un insieme strumentale formato per quartetti ad arco, flauti e da percussioni. Per quanto riguarda il ballet, compose “Kinsaukset”.

 

 

 

 

 

7830d966a4a10ef5146ee69591afd789.jpg

 

 

 

 

 

701f816fc543dcfdb1c5a70347ea743c.jpg

 

 

 

 

 

L’ultima grande composizione di Rautavaara, fu la famosa Sinfonia n.7, denominata con il nome di “Angelo della luce”, composta nel 1995, interpretata dalla Filarmonica di Helsinkim diretta da Leif Segerstam, ottenendo tra le altre cose, una nomina al Grammy tenutosi negli Stati Uniti.

 

 

 

 

8547b0da75615edded5dae58b8894fa2.jpg

 

 

 

file54880849_212e56c8.jpg

 

 

 

Dopo la sua morte, il mondo della musica punta gli occhi verso Kaija Saariano, l’illustre compositrice finlandese, parigina d’adozione, autrice della composizione “L’amour de Loin”, composta nel 200, che riporta nel suo stile, la influenza della musica trasfigurata, ad opera di Rautavaara.

 

 

 

4336f3354ca1f1230a3c797b3fcce67c.jpg

 

 

 

 

17b6d517c59cf82bc6e22f13ca4c0c74.jpg

 

 

 

 

 

kunnas-iso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il magico mondo della musica continua, se ti fa piacere, qui sotto, ti lascio dei link per addentrarti ancora di più in questo mondo così straordinario e ricco, non vedo l’ora di vederti là, mi fa piacere vederti da queste parti.

https://www.youtube/channel/uc5tepckkmcpdzsk07tolfa

https://www.instagram.com/patzarguello/

Fonte

http://cultura.elpais.com/cultura/2016/08/10/actualidad/1470862497_385076.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...